Boschi, cinghiali, caprioli, ville, pietre insomma trail

3 soli giorni dopo la sfacchianata della magnalonga, eccomi a fare un altro duro allenamento. Partenza dalla villa reale di Castello, la Petraia e salita verso Piazzale Leonardo nel bosco. Arrivo a Poggio al Giro, bella sfacchinata. Discesona verso Paterno nella valle del Carzola, ahia mi si storce una caviglia, fa un poco male sulle pietre. Risalita verso Ceppeto, giornata spettacolare. Gli scoiattoli mi attraversano la strada e fuggono, faccio così paura.

Giunti alla Fonte dei Seppi riscendiamo. Frush frush, il bosco si agita, che animale sarà? "Un cinghiale!" "Macchè, un capriolo!" "Sieh! E’ ma un lupo!" "boia, ma i lupi da quando son marroni? sarà un cane randagio", e si prosegue. Ad una curva davanti, scorgo un cinghialotto. Proprio piccino, marrone chiaro e striature bianche, come quelli che si pappava Obelix. Mi fermo impietrito, se c’è un cucciolo c’è anche la madre, e affrontare mamma cinghiala incacchiata è l’ultima cosa che voglio fare sulla terra. Ci armiamo di sassi ma la mammina non si vede, meglio, il cucciolino prosegue nel folto.

Proseguiamo anche noi, anzi no, altra storta alla solita caviglia, non è giornata, cammino pure in discesa. Viale alberato a metà monte, scorgo 2 figure davanti, un mulo e un cavallo. Passo oltre, due quadrupedi corrono all’impazzata verso di noi: un capriolo con corna, e altro animale simile ma di colore bruno non marroncino. Corrono verso di noi, ma poi si tuffano nel bosco. "Oh, ma che siamo allo zoo?". Stanco morto, mi invento una scorciatoia per scendere più veloce passando da un viottolo sotto la Castellina, si fa quasi sera. Il cielo è sereno, sono stanchissimo dolorante e svuotato, ma cosa si può avere di più?

Traccia GPS http://www.giscover.com/tours/tour/display/5514

Album foto, e altimetria http://picasaweb.google.it/l.magazzini/TrailFiorentino

Magnalonga

Non è una gara, non è una marcia, non è (solo) trekking, non è competitiva, non è facile, non è dietetica. E’ la magnalonga, manifestazione eno-gastro-escursionistica che si svolge in Mugello il 1° maggio di ogni anno. Quest’anno partiva da Casole, frazioncina del comune di Vicchio. Ci si iscrive, ti danno da bere e iniziano a darti da mangiare…. poi si parte, si cammina in discesa, ci si aggroviglia nel fango. Dopo un pò , ho voglia di correre, dopo essermi mangiato un pò di schiacciata all’olio. Corro e salgo, il dislivello aumenta considerevolmente. Al ristoro successivo, pane salame e vino sangiovese alè!
Proseguo, resto da solo, mi ritrovo in quota a oltre 1000 metri. Una spettacolo, la nebbia se ne sta andando. Si scende, non c’è nessuno, io la natura il bosco e nient’altro. Supero il ristoro successivo in velocità, mi guardano manco fossi superman. Arrivo all’arrivo. Ho fatto 21Km, camminando molto in 3h45′ circa. Mi sento fresco. I miei amici camminatori giungeranno qui tra 2-3 ore. Vabbè, mi faccio un altro giro. Riparto da solo, guado fiumi mi districo tra i rami nel bosco, mi inerpico sui sentieri, comincio ad avvertire la stanchezza.

Ritorno al ristoro del salame. Il personale, a chiacchierare, mi guarda perplesso. "Non mi guardate in quel modo, non sono pazzo, anche se sto facendo il secondo giro, mi sto allenando". Non faccio in tempo a finire che mi ritrovo di nuovo pane salame vino e lattecacao tra le mani, e una bottiglia d’acqua che comincia a far caldo. Riparto, in vetta trovo di nuovo della gente. Mi fermo e chiacchiero un poco. Discesa, giù! Hop hop hop, guadare le pozze dei cinghiali non è facile, meglio aggirarle, sembrano sabbie mobili. Arrivo al ristoro che avevo saltato: "eh no, ora tu ti fermi!!" Formaggio e vino, non mangio ma bevo, e l’alcol mi dà nuove energie, e mi rifiondo giù doppiando quelli che camminavano con me all’inizio. Ultimo ristoro, e arrivo. Gli amici mi stanno aspettando, addento delle penne alla carrettiera emi riposo al tavolo: ho fatto la mia ecomaratona personale, quasi sotto casa. L’orchestra suona musiche di Augusto Daolio, cui la manifestazione è dedicata, era pure pittore. Sorrido, e mi godo la mia giornata.

Traccia GPS: http://www.giscover.com/tours/tour/display/5515
Foto e altimetria :
picasaweb.google.it/l.magazzini/TrailDeiPittori