L’Alberaccio

L’Alberaccio è la vetta di una delle tante colline che circondano Firenze: ben 500 metri alla sommità, domina dall’alto la valle dell’Arno tra Firenze e Pontassieve. Da alcuni anni si svolge una delle poche gare trail della zona, seppure non competitiva e molto corta, circa 8100 metri, e quasi notturna. Ma del trail ha pieno spirito: i meno veloci partono in anticipo, un pò tutti si godono il panorama splendido sul Valdarno Superiore e le montagne di Vallombrosa e del Pratomagno, la boscaglia è bella, il clima fresco, si corre in mezzo a cespugli di ginestre in fiore. Il dislivello non è male, quasi 300 metri, e infatti molti ci mettono quasi un’ora. Dopo la corsa sosta al locale circolo a gustare salumi, rosticciana, prosciutto e melone in compagnia. Peccato che queste occasioni capitino così raramente. Per quanto mi riguarda, un’ottima rifinitura.

2 pensieri su “L’Alberaccio”

  1. Ciao Leonardo,peccato non averti incontrato ieri sera c’erò anche io con Grazia e il piccolo Pietro.Sono partito prima per poi dare il cambio a Grazia,è davvero una bella garetta e il dopo anche di più.Avrei scambiato volentieri due chiacchere con te su i tuoi prossimi impegni,mi dispiace che non ci sarai alla nostra gara di domenica ma ti faccio un grosso in bocca al lupo per l’avventura di Courmayer,da vero massiccio !!!!!
    Sauro

  2. Grande Sauro, avevo visto Grazia infatti e ti cercavo ma senza vederti. Sarà per un’altra volta. Domani sarà una gran gara anche per voi, Vallombrosa è sempre un gran traguardo. A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *