Ricordo di un campione

Ha corso la sua ultima maratona non al meglio, non come avrebbe voluto: ma possiamo solo ringraziare Stefano Baldini. Oro olimpico, 2 volte campione europeo, due bronzi mondiali, sono un palmares da sogno per qualunque maratoneta. Ha dato molto a questo sport, ha promosso e sponsorizzato il lavoro duro e la fatica, ci ha fatto vivere enormi emozioni, quella di Atene fu indimenticabile. Lo ammirai in maratona la prima volta mi pare nell’autunno 95 a Venezia nella gara che rivelò altri ottimi maraneti pure loro miei coetanei come Goffi e Leone. Non vinse, ,ma aveva mezzi migliori e fece la sua gavetta sui 10.000 in pista per migliorare ancora potenza e tecnica. Già allora era più intelligente e lungimirante di tutti, grazie anche a quel mago della Maratona che è Gigliotti. Possiamo solo dirgli grazie.

Un pensiero su “Ricordo di un campione”

  1. io mi sono commosso lo ammetto mentre la Caporale lo intervistava a bordo campo. un dodicesimo posto che gli fa onore, davvero, al termine di una grande carriera.
    E poi, quel suo “ho voglia di continuare a divertirmi su distanze più brevi” la dice lunga. insomma, per me, è un Campione e stop

    krom

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *