Piazzamento

Ormai corro talmente poco e sono talmente poco allenato per le gare brevi che quando le corro mi sembra di fare più fatica che in una maratona: perchè si parte a tutta e si deve stringere i denti da subito, perchè come Einstein insegna con la velocità il tempo si dilata e una decina di minuti sembra un’eternità, perchè la preparazione per la lunga distanza mi ha impedito di lavorare sulla potenza aerobica.
Per questo martedì scorso ho deciso di tirare una garetta veloce, a Malmantile: un paesino splendido su una collina sopra Lastra a Signa, dove si svolge annualmente una festa medievale molto molto carina.
Dicevo, gara veloce di 7,75Km, ma molto mossa, tanti saliscendi e falsopiani. I miei compagni di squadra partono a manetta, mi scattano di mezzo minuto nel 1° Km, poi a sorpresa reggo e nella salita finale li avvicino. E con sorpresa mi piazzo a premi: evento raro ora che gareggio raramente, molto molto piacevole, non tanto per il premio quanto per l’intima soddisfazione. Quel che ha fatto piacere è sentire buone cose nelle gambe , specie la brillantezza su ritmi elevati. Molto molto bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *